AMICI

Votamiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

18 gennaio 2013

Dipingere casa

Le pareti di casa sono l’anima strutturale della nostra abitazione, ma anche l’orizzonte visivo che ci accoglie e ci fa compagnia durante la giornata: ecco perchè sceglierne i colori significa scegliere anche il carattere della nostra abitazione. Si tratta di un lavoro che viene generalmente svolto dagli imbianchini, artigiani specializzati in questa operazione, ma lo possiamo fare da soli. Dipingere casa con il “fai da te” non è poi così difficile: basta sapere come fare e avere un po’ di pazienza e accortezza. In questo modo si riesce anche a risparmiare cifre rilevanti rispetto al lavoro commissionato.

dipingere casa
In questo articolo, oltre ai consigli pratici per dipingere casa, per scegliere la pittura e gli attrezzi necessari all’ operazione, troverete anche una serie di preziosi consigli su quali colori scegliere nei vari ambienti di casa e su come abbinarli al resto degli elementi domestici, come mobili ed elementi di arredo.

Dipingere casa

A volte non ce ne accorgiamo, ma i colori permeano tutta la nostra vita, anche quella casalinga. Sono la gioia o il dolore dei nostri occhi, la prima caratteristica degli oggetti, che vediamo.
E forse non tutti sanno che ogni colore ha delle proprietà, soprattutto in relazione all’ambiente domestico, e da ognuno scaturiscono delle qualità per le pareti di casa nostra, a partire dal bianco fino al viola, passando per giallo e blu, che possono migliorare la nostra vita casalinga.
Quella del dipingere casa è ritenuta da molti una operazione problematica sia per l’impegno in fato di spostamento di mobili e suppellettili, sia per la spesa. Vediamo quindi come è possibile farlo da soli, grazie a questa guida che spiega come scegliere i colori più adatti e come e applicarli da sé alle pareti, riducendo le spese.

Le funzioni dei colori sulle pareti

I colori possono svolgere molte funzioni, se abbinati alle pareti di una casa:
  • dare luminosità
  • allargare visivamente lo spazio
  • donare energia
  • rilassare gli occhi e la mente
  • dare un tocco di allegria
  • dare una carica di stile tutto personale all’ambiente
  • permettere di giocare con i colori di arredo e accessori
Prima di scegliere un colore secondo il proprio gusto, il proprio carattere e la propria personalità, è bene anche tenere conto di altri fattori correlati agli ambienti da pitturare, ossia:
  • illuminazione naturale e/o artificiale
  • funzione principale cui sono destinati
Per aiutarvi a nella vostra scelta, che andrebbe fatta in accordo con i propri gusti ma tenendo comunque presenti tutti questi elementi di cui abbiamo fatto cenno, abbiamo preparato una apposita guida per scegliere il colore delle pareti di casa.
Allo stesso modo ci siamo premurati di offrirvi una specifica guida dedicata alla scelta del tipo di pittura.
dipingere casa

Strumenti e attrezzi per dipingere casa

Oltre al colore, per le operazioni di pittura vi serviranno naturalmente tutta una serie di accessori, tra i quali:
  • carta vetrata, per carteggiare i muri da imperfezioni in rilievo e protuberanze
  • stucco e paletta, per coprire gli eventuali buchi nel muro
  • almeno 2 rulli per ogni persona che lavorerà alla tinteggiatura, provvisti ognuno di bastone allungabile per le parti più alte
  • un pennello piccolo e uno grande, a setole non troppo morbide, per ogni persona, per rifinire angoli e particolari
  • carta adesiva apposita, per coprire interruttori, zoccoli, battiscopa, etc
  • griglie da applicare ai secchi per strizzare i rulli prima di applicare il colore (una griglia per secchio), così la pittura non va sprecata
  • due secchi per ogni colore
  • grandi quantità di nylon da mettere a terra assieme ai giornali
  • almeno una scala a persona

Come si dipingono le pareti di una casa

Le fasi pratiche della “tinteggiatura”, che sarebbe il termine tecnico con cui si indica l’operazione di pitturare le pareti, sono le seguenti:
  • applicare il nastro adesivo a zoccoli, battiscopa, interruttori, stipiti, etc
  • stendere i nylon e fissarli a terra con il nastro adesivo; applicare poi sopra strati di giornali vecchi, per assorbire l’eventuale caduta copiosa di colore; stendere i nylon anche sugli eventuali mobili spostati tutti verso il centro della stanza
  • versare una parte del colore in un secchio e diluirlo con acqua o acqua ragia a seconda del tipo di pittura scelta e delle indicazioni delle istruzioni; non diluite mai tutta la pittura in una volta: se doveste avanzarla, si deteriorerebbe in fretta. La pittura non diluita si conserva anche fino a 3 anni
  • coprire un altro secchio con la griglia
  • vestirsi con abiti di cui ci importa poco, proteggere i capelli con cappellini o cuffie impermeabili dopo averli legati se sono lunghi, infilarsi i guanti per le mani
  • iniziare a tinteggiare: immergere il rullo nel colore, passarlo più volte sulla griglia posta sull’altro secchio e applicare il colore al muro; per una copertura uniforme stendete il colore in obliquo, prima da destra e subito dopo da sinistra, formando delle specie di grandi frecce; quando le pareti sono coperte di colore per la maggior parte, prendere i pennelli e rifinite angoli e particolari; salite sulla scala se necessario per i punti più alti
  • lasciate una striscia bianca di qualche centimetro (a meno che il colore scelto non sia il bianco) a partire dal soffitto: aiuta ad ampliare visivamente lo spazio
  • quando una stanza è conclusa, lasciate asciugare per almeno 12 ore lasciando aerato il locale
  • ripetere l’operazione per una seconda mano
  • se rimangono macchie di stesura, passare una terza mano
  • ripetere le operazioni per ogni colore e per ogni stanza, usando secchi diversi. I rulli e i pennelli basta lavarli con cura.
Questi consigli valgono in linea generale. A seconda però che il muro sia già stato trattato, che sia nuovo o che sia ricoperto da tappezzeria, la preparazione dello stesso varia. Per i dettagli di questi casi particolari, visitate il sito Waybricolage.

Come pulire le macchie di vernice

Nel caso che, nonostante la vostra accurata preparazione, il colore cada su pavimenti, oggetti, mobili o porte, seguite le istruzioni della pittura scelta per ripulirle:
  • idropitture
    basta un panno inumidito con acqua
  • pitture acriliche
    ci vuole olio di gomito e acqua ragia: ricordatevi in questo caso di proteggere le mani con i guanti, poiché l’acqua ragia può bruciare la pelle a contatto prolungato

Dipingere il soffitto

Qualora scegliate di utilizzare colori diversi dal bianco per le pareti, si consiglia di lasciare comunque il soffitto bianco: questo permette di spezzare un po’ il risultato del colore e di ampliare visivamente lo spazio.

Effetti speciali di tinteggiatura

Se siete bravi ed esperti di bricolage, oppure se volete far fare il lavoro da un imbianchino di mestiere, gli effetti che si possono ottenere con la pittura sono diversi; ecco alcune denominazioni di tali effetti, che potrete farvi illustrare dall’esperto che chiamerete, e che necessitano comunque l’acquisto di vernici e strumenti appositi:
  • stucco antico
  • terre fiorentine
  • antico damasco
  • marmorino
  • stucco veneziano
  • antico etrusco
  • velature

Approfondire l’arte del dipingere casa

  • Way Bricolage
    Su questo sito è possibile trovare molti dettagliati consigli per pitturare le pareti di casa senza chiamare un imbianchino e per scegliere i materiali e i colori.
  • Web color
    In questo sito è possibile tenere d’occhio tutte le novità in fatto di colori per pareti.
  • Baldini vernici
    Sul sito è possibile vedere le gamme di colori disponibili appartenenti alle diverse linee, e scegliere il punto vendita più vicino.
  • Covema vernici
    Dal sito è possibile acquistare le vernici e dowloadare le schede tecniche dei prodotti.

 http://www.guidaconsumatore.com/casa/manutenzione_pulizia/dipingere_casa.html






Dipingere casa: scelta dei colori

Dipingere casa: scelta dei colori
La scelta dei colori che impiegheremo per dipingere le pareti delle stanze della nostra casa è certamente soggettiva, perchè questi ambienti devono piacerci, ma è anche bene saper che ogni colore ha un suo particolare effetto sulla nostra anima; inoltre non tutti sanno che l’accostamento dei colori è una vera e propria “arte” visiva, basata su alcune semplici regole che è bene conoscere. Infine, ogni stanza preferisce una scelta tonale e cromatica che la rende più adatta al suo ruolo

Colori per dipingere le pareti di casa

Con questo articolo, che rappresenta un pprofondimento tecnico della nostra guida su come dipingere casa, vediamo nel dettaglio quali sono le proprietà dei colori e quali funzioni quindi possono svolgere singolarmente.
Per ogni tipo di colore, ricordate che le sfumature più decise sono quelle che denotano un carattere più forte, ma possono stancare più facilmente, mentre le sfumature pastello possono ravvivare l’ambiente senza dare troppo nell’occhio: scegliete quindi per ogni colore le sfumature che più si adattano alla vostra personalità.

Bianco

Il bianco è il colore più utilizzato per dipingere le pareti delle case. Le sue proprietà sono note a tutti: dona luminosità, allarga visivamente lo spazio ed è sempre attuale e di classe. Gli svantaggi sono che si sporca facilmente e rischia di diventare impersonale se non lo si abbina a scelte forti nell’arredo e negli accessori dei vari ambienti della casa.
Per non scendere nel banale e non sembrare troppo austeri, si consiglia di utilizzare sfumature di bianco come il panna oppure di venare il bianco con tinte pastello molto chiare, come il giallo.

Giallo, arancione e rosso

Si tratta di due colori primari (il giallo e il rosso) e del colore secondario che risulta dalla loro unione (l’arancione). Tali colori, in tutte le loro sfumature, più o meno chiare, più o meno intense, più sul rosso o più sul giallo nel caso dell’arancione, sono conosciuti come colori caldi. Sono caldi per evocazione: ricordano il sole, il fuoco, quindi il calore.
Ma ricordano quindi anche estate, vacanze. Per questi due motivi, tali colori hanno proprietà energizzanti e di luminosità: danno allegria, forza, voglia di fare, in una parola portano il sole in casa.

Blu, viola e verde

Il blu è un colore primario. Gli altri sono due secondari, che derivano appunto dal blu unito con rosso (e si ottiene il viola) e giallo (e si ottiene il verde). Tali colori, comprese tutte le loro sfumature più o meno chiare (che a volte generano veri e propri colori nuovi, come il lilla), sono detti freddi.
Anche qui, tali colori sono freddi perché evocano principalmente l’acqua, il mare, i laghi, o la pioggia e il cielo plumbeo, quindi l’inverno. Per questi motivi, sono considerati colori con proprietà rilassanti, in quanto ricordano quando ci si rifugia in casa nelle stagioni fredde, oppure quando in casa si trova il fresco che non c’è nei pomeriggi estivi all’esterno (per questo tali colori sono usati anche molto nelle case al mare).
Ma sono rilassanti anche per come colpiscono l’iride e conseguentemente il cervello: dato che allargano visivamente gli spazi, tendono a dare una sfumatura di tranquillità alla mente.

Rosa e lilla

Il rosa è il rosso unito al bianco, il lilla è un colore secondario, il viola, anch’esso schiarito col bianco. Possono assumere diverse sfumature, che sfociano spesso in colori altri molto diffusi, come il fuxia, il rosa shocking, etc. Tali tinte, nelle sfumature più intense, se utilizzate in casa donano una certa dose di elettricità, oltre a caratterizzare in modo molto forte e personale gli ambienti.
Negli altri casi, quando le tinte derivanti da questi colori sono molto delicate e romantiche, riescono a trasmettere sensazioni di intimità e rilassamento.

Colori ideali per dipingere i vari ambienti della casa

Proprio per le proprietà intrinseche dei colori ogni ambiente della casa può essere dipinto diversamente, a seconda della funzione che ricopre.

Cucina

E’ una delle zone giorno più importanti della casa. Spesso le composizioni di mobili ed elettrodomestici in cucina hanno già di per sé colori forti, proprio perché questo ambiente permette di sbizzarrirsi molto con le tinte.
Dato appunto che si tratta di una zona giorno, sono consigliati colori caldi ed energizzanti, come:
  • giallo
  • rosso
  • arancione
magari ben abbinati con altri. Ma possono andar bene anche
  • blu e le sue sfumature
  • bianco classico
questt’ultimo ideale per ampliare visivamente gli spazi. In cucina potete osare anche con tinte forti e intense a vostro gusto.

Soggiorno

Altro discorso meritano invece le zone adibite a giorno. Il soggiorno è il luogo dove passiamo il nostro tempo attivo in casa e dove accogliamo gli ospiti. Oltre al bianco, che può adattarsi a ogni ambiente, anche qui sono consigliate tinte calde, magari un poco più soffuse, più “pastello”, per non dare troppo nell’occhio e per renderle un poco più rilassanti.

Camere da letto

Negli ambienti destinati alla notte sono consigliate assolutamente le tinte fredde, per favorire il relax e il riposo.
Per le camerette dei ragazzi, scegliete possibilmente tinte neutre e non legate al sesso dei piccoli (per esempio rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti), e magari rendetele più intense, perché ai bambini le tinte forti piacciono e inducono all’attività e al gioco.
Se siete dei tipi un po’ fiacchi, nati stanchi come si dice, che la mattina si svegliano già assonnati, tinteggiate con colori caldi anche la zona notte: vi daranno energia già dal mattino.

Bagno

Anche nel bagno vi potete sbizzarrire con colori forti, su cui magari giocare con accessori e arredo in tinta sia per colori che per forme. Azzardate dal rosa, al viola, al lilla al blu elettrico.

Ingresso

Per l’ingresso, spesso senza sbocchi di luce propri, sono consigliati colori che ampliano visivamente lo spazio e la luce. Il bianco è sempre una buona soluzione in questi casi.

Zone di servizio

Per sgabuzzini, disimpegni, lavanderie, etc, potete nuovamente sbizzarrirvi: le tinte forti, che a lungo andare potrebbero stancare negli altri ambienti, qua potrebbero invece starci perfettamente, in quanto sono zone che vengono usate di rado rispetto alle altre stanze.

Seguire il Feng Shui

Per conoscere una delle teorie più famose sulla cromoterapia nell’ambiente domestico, rifatevi al Feng Shui, una disciplina orientale che studia come star bene con l’ambiente circostante e che getta un particolare occhio sui colori delle pareti in casa.

Dipingere casa: accostamenti di colori

E’ possibile innanzitutto scegliere tra due tipi cromatici di casa:
  • monocromatica
    scegliete un colore che riassuma tutte le vostre esigenze e con quello pitturate ogni stanza della vostra casa. Personalizzerete poi ogni ambiente con note di colore negli arredi e negli accessori
  • policromatica
    scegliete un colore predominante in ogni ambiente della vostra casa; in alternativa ogni ambiente potrà avere addirittura due colori oppure scegliete due colori per tutta la casa e alternateli secondo criterio e logica.
Nel caso scegliate più colori e scegliate di abbinarne due insieme, i consigli sono diversi e prevedeono di accostare colori tra loro molto:
  • contrastanti
    come un colore freddo con uno caldo
  • complementari
    che abbiano cioè una tinta primaria in comune o che siano uno una sfumatura dell’altro.
I modi per accostare due colori nelle pareti di un’ambiente sono molteplici:
  • una parete di un colore, tutte le altre dell’altro
  • due pareti frontali di un colore, le altre due dell’altro
  • due pareti contigue di un colore, le altre due dell’altro
Nel caso scegliate una parete soltanto, essa dovrà essere colorata con la tinta più intensa che avete scelto fra le due: nella camera da letto potrebbe essere la parete dietro al letto, per dare carattere alla stanza ma non stancare gli occhi e il gusto; nella cameretta dei ragazzi potrebbe essere la parete attigua allo studio e al gioco; in cucina e in soggiorno potrebbe essere la parete più libera.
In questo caso potete scegliere due colori fra di loro anche molto contrastanti. Se scegliete invece due pareti di un colore e due di un altro, è consigliato che i colori scelti siano vicini fra loro, complementari o sfumature l’uno dell’altro: scegliere colori troppo contrastanti in questo caso potrebbe risultare stancante e sbagliato, creando brutture estetiche.

Accostamenti di colore suggeriti

Gli accostamenti possibili nel caso di due tinte contrastanti possono essere:
  • bianco e rosso
  • bianco e blu
  • verde e giallo
  • rosso e giallo
Gli accostamenti possibili di colore nel caso di due tinte simili possono essere:
  • viola e lilla
  • blu e azzurro
  • giallo e arancione
  • arancione e rosso
  • bianco e giallo chiaro
  • verde e blu
Ovviamente gli accostamenti possibili sono infiniti, dipendono dai gusti personali e dalle innumerevoli tinte e sfumature della gamma completa dei colori. Prima di scegliere un accostamento in via definitiva, provatelo su carta o trovate immagini, magari da internet o su cataloghi di arredamento, che rispecchino le vostre intenzioni, per vedere l’effetto che i due colori fanno insieme.

http://www.guidaconsumatore.com/casa/dipingere-casa-scelta-dei-colori.html

1 commento:

  1. New Diet Taps into Pioneering Concept to Help Dieters Get Rid Of 12-23 Pounds within Just 21 Days!

    RispondiElimina